SLIDER

WELCOME TEXT

il 15 marzo 2009 sono arrivata a Monaco di Baviera. Apro questo blog a distanza di un anno che abito a Monaco,nel blog racconto delle mie esperienze personali qui in Germania, sulle differenze tra tedeschi ed italiani (umoristicamente parlando), sulla mia ricerca del lavoro, insomma su come mi sono ambientata qua.
Follow

NEWSLETTER

Ordinando le foto e intervista ☺

Questa e´una di quelle giornate dove predomina il relax assoluto ,entro nel mio studio e mi metto ad ordinare ,adoro ordinare carte...,biglietti...,cartoline...,foto...,carte di cioccolatini speciali...e anche bollette,(in Germania i pagamenti,fatture,bollette ti arrivano tutte con i buchi che devi solo inserirle nel raccoglitore qui regna l´ordine assoluto ),e quindi  ordinaNDO mi e´ venuta voglia di ordinare anche  le foto di questo blog dove se clikki sopra ti riporta al link originale del post.....io lo trovo simpatico



Se vi riconoscete nelle foto e´ perche´ questo collage online mette insieme attraverso URL del mio blog,tutti i vostri URL ,per cui un vero collage di foto da conservare gelosamente.
Per oggi non e´ finita  qui se volete sapere qualcosa di piu´ su di me Luana di Anime nomadi mi ha fatto un intervista andate a leggere :D



̈ωαηeSìα ̈♡♡

7 commenti

  1. Che carina l'intervista, e che storia romantica!!
    Noi si, dopo anni e anni abbiamo voglia di Italia - tanto crisi per crisi, tanto vale stare in un Paese dove c'e' la famiglia (beh, la mia...Dear Husband e' inglese), gli amici di sempre, il sole, e il cibo buono :-)

    RispondiElimina
  2. E' buffo sai? Intendo dire che partire è bello,conoscere posti nuovi e gli "autoctoni" da vicino pure.... ma la nostalgia di casa rimane. Poi si torna in patria, vicino alla famiglia, e dopo poco ricomincia a mancarti l' aria.... boh? Forse bisognerebbe solo che si scoprisse come funziona il teletrasporto, una buona volta, risolverebbe un sacco di problemi e si riuscirebbe a tenere il piede in due scarpe (o i piedi in una scarpa... mi sbaglio sempre) ;-)
    Bell' intervista, complimenti ad essere partita senza sapere la lingua, ci vuole coraggio!

    RispondiElimina
  3. Mi piace l'intervista! Non avrei coraggio di lasciare l'Italia, forse perchè qui ho tutto:famiglia, casa, amici... e poi per andare dove?Non so... comunque è una di quelle scelte importanti nella vita
    Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
  4. @sfolli
    Si in effetti...la famiglia al primo posto,cibo buono al secondo e cosi´ via..,ma vuoi mettere la vita che ce´ all´estero con la realta´ italiana?
    @Helga
    Hai centrato il problema,il telestrasporto non sarebbe male, a me manca solo la mia famiglia se solo potessi andare da loro ogni fine settimana non sarebbe male,ma sono i dindini che mancano,porca paletta!
    @Marifra
    Grazie della visita ... "nella vita chi risica non rosica":-)
    onestamente in Italia non mi sono mai trovata bene culturalmente parlando ^^

    RispondiElimina
  5. wow vado subito a leggere l'intervista
    bello il collage

    RispondiElimina
  6. Quanto manca la famiglia e l'aria di casa... vero!
    Per me, partire, é significato solo lasciare indietro i miei cari ma non avendo amicizie vere, durature e importanti, non sento la mancanza di niente di simile... quindi forse per me é stato semplice per questo motivo.
    A casa posso sempre ritornare e godermi il bello dei momenti che avró con tutti loro, ma qui ho amore e lavoro... sarebbe stato da pazzi non partire :)
    Se creano la macchina per il teletrasporto io saró in fila!!!! :D

    RispondiElimina
  7. Come hai ben potuto capire a parte la famiglia dell´Italia me ne frega una cippa :))) qui si sta decisamente meglio a parte gli sfruttatori :))))

    RispondiElimina

© WANESIA • Theme by Maira G.