Il Coach impara la lezione

"Io cambio lavoro come cambiano le stagioni".Questa frase non è mia,l´ho sentita una volta in un film,non ricordo quale e mi piacque molto sembrava che me l´abbiano cucito addosso.
Questa rubrica "lavoro" non vuole offendere nessuno,nè tantomeno offendere i tedeschi,ma è solamente un modo con cui io faccio ironia su quello che mi è successo in Germania nel campo del lavoro (gastronomia).
Cosa mi è successo oggi? Continua a leggere.


Stamattina mi reco a questo corso,ma sarebbe bene chiamarlo lavoro per il collocamento. Piove da ieri sera ed io in questi giorni sono cambiata come il tempo.Sono puntuale firmo e vado all´appuntamento con la Trainerin visto che dovevo lasciare ancora dei documenti.
Tutto va bene,ma devo fare una cazzo-di-foto-ritratto professionale. In giacca e camicia professionale per lunedì.
Gli dico di darmi ancora del tempo perché per lunedì non ce la faccio,non ho una giacca professionale.
Mi dice di non comprare nulla,ma di farmela prestare da un amica ,le dico che non ho nessun amica qui e già il sangue ribolle dentro e ristagna nel mio cervello.
Gli dico che voglio tempo,un paio di giorni al massimo che mi compro una fottuta giacca professionale e  faccio la foto da snob professionista.
A parte problema foto,poi controlla dal suo computer il mio lavoro! E non lo trovo. Ecco ci siamo un altro problema.Gli do il mio stick  USB  la prova della mia ricerca del lavoro in questi giorni.

Poi mi chiede se il mio Coach mi ha spiegato come funziona il lavoro.
No, dico che l´unica cosa che ha fatto il Coach è deridermi perchè non capisco e non parlo bene il tedesco.
Incazzata come un leone entro nella sala dei computer gli dico al Coach Helfen Sie mir? e lui Ich verstehe nicht. Bene!
Lo guardo infuriata e gli dico che è un suo problema se non mi ha capito,perché posso sempre dire alla Trainerin che questo ometto non mi è d´aiuto per niente. Passano cinque minuti e viene accanto a me.
Mi chiede was ist das Problem!  
Gli dico il tuo problema è che mi devi spiegare come si lavora qua dentro perché ho visto dar picci´ della mia Trainerin che devo compilare tante di quelle tabelle che ne ho per domani.
Il Coach oggi ha capito la lezione,che mo mi incazzo di brutto se qualcuno ride o fa battute del cazzo su di me, perché il fatto che io sono qui in quest´aula a fare queste cose che nessuno mi ha spiegato non è un mio problema,ci sono mille altri posti dove potevano inserirmi, magari un altra scuola di tedesco e invece siccome dovevano chiudere con un numero questo corso mi trovo qua!
(cose tedesche)
PRINT RECIPE

6 commenti

  1. Mi spiace proprio leggere queste cose e sentire come sia un periodo un po' pesante. Però non mollare e sempre combattiva, eh? Vedrai che troverai il lato positivo del corso, a forza di cercarlo ;-)

    RispondiElimina
  2. Si si lo trovo eccome, io sono testarda e prima o poi ho mi integrano o mi lasciano a casa che ho ben altro da fare ^^

    RispondiElimina
  3. Mammamia che nervi sti tedeschi...e la giacca professionale e il ritratto da 40 euro...ma scusa mi pare evidente che se sono qui è perchè un lavoro non ce l'ho e allora spiegatemi come cazzo faccio a permettermi ste cose! Che maniaci della precisione! E poi ma come ti trattano, che presunzione del cavolo...

    Wani puoi solo stringere i denti e ogni tanto affondarli su qualche bel pezzo di braccio carnoso tetesco ya. Un po' li fai fessi e un po' ti sfoghi pure...
    E che madonne però...

    Tieni duro :*

    RispondiElimina
  4. Wanesia, ma che assurdità quella della giacca e camicia professionale per una foto, dato che insistono su queste cose, dovrebbero fornirle loro! MA con Ciocorì sei stata fortissima, come vedi l'hai fatto tornare sui suoi passi! Per fortuna hai una personalità forte, perchè già è pesante questa situazione, ma tu riesci comunque a non farti schiacciare!
    Baci baci
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  5. Si si tengo duro e personalita´ forte sono reduce di un pianto a singhiozzi abbracciata al mio marito.Per adesso sembra andar bene ...domani e´ un altro giorno.Grazie tutte per esserci per rassicurarmi i vostri commenti sono come le carezze oggi^^

    RispondiElimina
  6. Sì, sì, Wanesia, domani è sempre un altro giorno. Oddio, le tue esperienze tedesche mi ricordano troppo le mie in terra fiamminkia. Problemi con tutto: carta d'identità di belga, ufficio del comune per gli immigrati, corsi di lingua fiamminga, corsi di integrazione, ufficio di collocamento, colloqui per l'orientamente... un giorno sono esplosa al telefono con l'ennesima impiegata del comune che mi diceva che il mio profilo non andava bene, e che probabilmente mi avrebbero invitato a lasciare il paese, se non mi davano i documenti per la residenza. Sono esplosa, e ho urlato in inglese (thanks God there's English) "Cazzo, ma io sono italiana, sono una comunitaria come voi, sono laureata, ho un master, sono stata ovunque all'estero senza problemi, sono una traduttrice professionista e voi mi state trattando come una clandestina pure mentalmente scema!". Quando ho minacciato di rivolgermi a Bruxelles, al Bureau dell'Immigrazione, misteriosamente hanno smesso di torturarmi e mi è arrivata la carta d'identità belga che mi serviva per avere accesso al sistema sanitario... adesso è solo un brutto ricordo, ma ti giuro quanti pianti mi sono fatta con mio marito... Quindi ti capisco in pieno. Resisti e guardali sempre dall'alto in basso questi odiosi, incapaci burocrati...
    Pensa che invece quando sono stata 2 anni a Bombay, in India, mi hanno dato il permesso di soggiorno (dopo aver portato tutti i documenti necessari) e un visto di due anni, senza storie... ma gli indiani e i fiamminghi sono molto diversi ;-)

    RispondiElimina

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

© WANESIAMaira Gall