Hot!

Malinconia da disoccupata

Otto ore chiusa in questa aula dove non capisco una cippa mi chiedo cosa ci faccio qui dentro e se ha un senso tutto questo. Oggi hanno fatto una lezione,dove  avro´ capito il 40% di quello che dicevano.Qui mi guardano come una  marziana ,e dopo pochi giorni hanno capito di quando io in realta´ non capisco la loro lingua e si limitano a fare qualche sorriso e mi isolano.Questi giorni sono stati piuttosto duri per me,riesco ad organizzare tutto e ad essere presente in tanti posti cosi´ come da agenda,ma con la testa sono altrove.Sono malinconica recentemente,mi sento una persona instancabile che cammina lungo un sentiero e pochi un piccolo sassolino gli fa prendere una storta e cade dolente per terra,senza che piu´ vuole alzarsi.
Che senso ha venire in questo posto quando non riesco ad interragire con le persone?
Che senso ha quando il Coach mi chiede se ho fatto da sola il curriculum e mi fa i complimenti,pero´ esordisce la signorina Wanesia ci mettera´ un bel po´ prima di trovare lavoro se non capisce la lingua!
Che senso ha tornare a casa e dopo sei ore vegetative in questo corso trovare una lettera che ti hanno bloccato il sussidio.

Che senso ha quando non sai leggere oltre le righe e devi sempre chiedere aiuto ad altre persone.
Che senso ha quando ti senti di "non vivere" perche´ gli altri organizzano la tua vita(leggi collocamento).
Che senso ha carte su carte,burocrazia su burocrazia,quando la Germania da giorni ti sta sul cazzo?
Che senso ha tutto questo,quando tutto non ha un senso?
Ich möchte für so viele Dinge einen sinn finden.
Auch wenn so viele Dinge keinen sinn haben  E´ come un cavallo in corsa,stacco mi addormento nel mio letto la sera,sapendo  che poche ore mi rimangono tra sonno ed impegni.E la mia vita? Quella di poche settimane fa´? Cosa  e´ successo.Sono una persona a cui le regole stanno strette ed invece mi sento una ceffettiera che sta scoppiando.

12 cool comments:

  1. Oh no Wanesia...tieni duro, che vedrai che non possono monopolizzarrti la vita per sempre, questi burocrati tedeschi! Che peccato pero' per il sussidio...ma credevo che si bisognasse frequentare quresti corsi proprio per accedere al sussidio, e allora che senso ha che ti facciano fare sti corsi se in piu' non ti aiutano neanche un pochino finanziariamente?

    Per il saper leggere tra le righe, quella e' una cosa difficilissima, molto piu difficile dell'apprendere una lingua, ma vedrai che dopo un po' si ingrana anche su quello!

    Dai cerca di pensare alle cose belle della Germania: il fatto che sei con il tuo amore, che sanno fare delle gran belle feste in strada, che ci son delle palestre strafight che costano poco, che avete la vostra bella casetta....

    RispondiElimina
  2. Abbi pazienza, applicati e vedrai che i risulti arrivano ma ci mettono alcuni mesi ovviamente. Esperienza personale. E scordati italiano e inglese con tutti compreso tuo marito.
    Grissino

    RispondiElimina
  3. Ciao,
    grazie per essere passata da me!
    Mi piace come scrivi, anche se in questa occasione hai scritto cose tristi.
    Credo che il tedesco sia una delle lingue più difficili da imparare per noi italiani, troppo diversa dalla nostra lingua. Ma se ti poni cazzuta verso il prossimo e verso questi cruccacci che ti circondano, sono sicura che alla fine vincerai tu!
    Dai, intanto prova a socializzare con il poco tedesco che sai e l'inglese, così magari piano piano ti aiutano anche loro a parlare meglio!!!!
    In bocca al lupo, ed a risentirci presto prestissimo :)

    RispondiElimina
  4. Ciao carissima, sono ancora viva.....
    ho letto il tuo post...che dire...mi sembro me quando vivevo a Londra, sai qual'era la sensazione peggiore? vedere che gli altri di te pensavano che eri stupida.....quando stupida non eri, semplicemnte non capivi la lingua (differenza notevole)...dura l'è dura accidenti!
    io non rimasta poi molto all'estero, ma immagino che dopo i primi 2-3 anni questo senso di frustrazione sparisca.....il problema è superarli i primi anni...
    Cosa posso dire? tieni duro!!!!!

    un bacio

    RispondiElimina
  5. VIVERE in un altro paese...cominciare ad imparare una lingua diversa non è tanto semplice..tu continua a applicarti al massimo e poi vedrai che i risultati arriveranno..forza e coraggio è un periodo un pò così...li affrontiamo tutti chi per un motivo e chi per un altro...

    RispondiElimina
  6. wow finalmente a casa e posso rispondere.A quanto pare al corso tutto e´ in sola lettura o non so il perche´ non posso commentare perche´ si disconnette.
    @simply
    Grazie dell´abbraccio lo prendo tutto!
    @sfolli
    Il sussidio l´hanno bloccato,ma sto facendo ricorso se mi tengono qui dentro devono darmi anche i soldi senno´ faccio casino :)
    @Griss
    Mi dimentico l´italiano,l´inglese non lo so,ma di mio marito non mi dimentico mai e poi mai...^^
    @Lafrancy
    Da oggi in poi cazzuti allora!!:>
    @Didi
    Bentrovata da queste parti...e si mi avevi lasciata fiori e rose e appena mi imbatto sul mondo della burocrazia tedesca e´ un macello
    @Twins
    Hai ragione,ma i problemi son problemi e vanno affrontati,ma queste sono ingiustizie secondo me^^ se becco un tedesco in Italia me lo sbrano°

    RispondiElimina
  7. E magari sei anche in piena sindrome premestruale? No perchè io, ciclicamente, mi sento come te. Nel senso che ogni mese ho quei giorni in cui tutto mi pare insormontabile, mi sento inadeguata, fallita, fuori luogo, un'incapace totale...e in genere quei giorni coincidono col pre-ciclo. Ormoni a parte certo la tua situazione è difficile su più fronti, è questo che ti fa crollare, perchè i sassolini qui son tanti. Ma quando avrai ritrovato le energie e un po' di fiducia in te stessa, ti accorgerai che presi singolarmente, uno alla volta, sono e saranno risolvibili. Dai tempo al tempo :)

    RispondiElimina
  8. Nina cara,il mio ciclo oggi e´ stata come una cambiale precisa e onesta anzi anche un giorno prima.Evvaffandomo alle rosse!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Cara Wanesia, le tue esperienze coi burocrati tedeschi mi ricordano le mie con i burocrati fiamminki... mamma che pesantezza. Quando ho cominciato il primo corso serale di fiammingo pensavo che non ce l'avrei mai fatta. Ci andavo due volte a settimane, la sera dalle 19 alle 22.30. Le prime volte un mal di testa, poi alla fine sempre meglio, finché non ho passato l'esame del primo livello, e nn mi sembrava vero. Coraggio e pazienza!

    RispondiElimina
  10. Cara Wanesia, io ti capisco eccome!
    Era quello che tentavo di dire nel mio post quando tu giustamente, mi hai fatto notare che è impossibile non adeguarsi, non sentirsi a casa.
    E invece no, sembra una stupidata, ma non ci si sente a casa per niente. A volte.
    Altre volte invece, il coraggio, la determinazione, l'indole, che tu di sicuro hai, aiutano ad andare avanti e a vedere tutto sotto una luce meno buia.

    In bocca al lupo per tutto...

    RispondiElimina
  11. @Clara
    Grazie per essere passata...e per incoraggiarmi lungo questo cammino tortuoso :)
    @Atena
    Hai trovato le parole giuste per scindere le due cose,in effetti fino una settimana fa sembrava avessi i prosciutti negli occhi....o forse lavorando e non mischiandomi negli uffici e le lororegole tutto andava bene,e invece in questo periodo e´ un po´ tortuoso,ma sai che ti dico che a vincerla sono sempre io....non mi abbasso a tutte queste regole fisse del cavolo!

    RispondiElimina