6 giugno 2011

Tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare!

Se in questa settimana avete letto questa sigla e non avete capito un accidente KW sta per Kinder Wish (ossia bambini desiderati).Negli ultimi due mesi,anche se ho parlato ben poco sul blog  mi sono illusa a dovuto riuscivo a sentirne i sintomi giusto una settimana prima e vivevo come sempre da donna incinta il periodo luteale e andavo anche a comprare un test che facevo un giorno prima delle mestruo e peggio di una cambiale a scadenza le rosse arrivavano un giorno prima.
Mi chiedo cosa stiamo sbagliando in questa ricerca cosi´ disperata,calcolare le giornate fertili serve a ben poco quando ti rendi conto che quel 5% di probabilita´ di rimanere incinta dati i 41 anni resta solo un miraggio e un sogno che forse mai potrai realizzare.
Il mio medico che sempre un tantino ottimista ci aveva mandati in un centro per fecondazione assistita,ma non aveva tenuto conto di pochi fattori essenziale.Siamo una coppia di fatto,dell´eta´,delle leggi tedesche per la Fivet.
 In questi mesi con tanti impegni spesso mi sono rimangiata "il mio sogno" in un solo boccone,dicendo che poi alla fine la vita a tre non faceva al caso nostro sopratutto quando salto in una crisi isterica di pianto sopraffatta da mille impegni.Anche se alla prima donna panciuta che mi passa accanto ad essere sincera nutro un pizzico di invida e mi chiedo cosa ci sara´ di sbagliato in me!
Mia mamma mi dice sempre che quando non ci penseremo arriveranno,pero´ e´ pure vero che non posso arrivare quando sto in pensione!
 Dopo quasi un anno di rapporti non protetti ce´ davvero da domandarsi che cosa c´e´ che non va! Eppure nelle visite,mi hanno sempre detto che sono a posto,come una vecchia Cadillac che passa a revisione.
L´altro mattina a colazione  leggevo un articolo che diceva che si puo´ parlare di sterilita´ quando non si ottiene il concepimento dopo un anno di rapporti mirati. Per cui ci siamo... siamo sterili?
E´ pure vero che quando ci hanno proposto di fare accertamenti piu´ mirati,ci siamo presi due giorni e poi ci siamo tirati indietro,ovvero io mi sono tirata indietro.
E tutto perche´ mi sono chiesta:  A che serve a 41 fare esami piu´ appropriati,qaundo sei in una situazione economica che non puoi affrontare?
A che ti serve sapere tutta la verita´ quando sai che "anche quella" non ti cambiera´ di una virgola? A cosa ti serve quando hai deciso troppo tardi per avere un figlio e adesso i tuoi anni passano veloci? Non serve a niente.
Pero´ nessuno puo´ togliermi la liberta´ di "provare" e di "sognare".
E se un bel mattino come se per magia quel test leggesse due linee rosa? Non immagino a quanto  impazziremmo dalla gioia.




9 commenti:

  1. Spero che la magia si avveri! Incrocio le dita per te. Buona settimana, Laura

    RispondiElimina
  2. E no! Non potete arrendervi così. Io compio 45 anni a luglio e ho preso la rincorsa lo scorso anno. Certo alla nostra età non possiamo aspettare il miracolo, dobbiamo favorirlo. Perché pensare subito alla fivet? potrebbe bastare la stimolazione ovarica.... Non so tu, ma io mi arrenderò quando mi diranno o capirò che non c'è davvero più niente da fare!
    Bacioni!

    RispondiElimina
  3. Wanesia no non mi fare così che se potessi verrei lì a shekerarti un po'...mannaggia la distanza.
    Allora lo so che di pensieri controproducenti se ne fanno tanti all'ennesima delusione, io sono la regina del "mi butto merda addosso". Ma poi lo sappiamo che non esiste il merito, il giusto o l'atteggiamento che funziona per questa cosa qui. C'è solo la notoria BDC. Perciò non flagellarti pensando a cosa le altre hanno che a te manca, perché casomai è il contrario!
    Sei una donna forte, da ammirare, che sa mettersi in gioco, combattere e sa sognare. Questo è il punto nodale della questione: il sogno. Ne abbiamo diritto e ci aiuta nella scalata.
    E poi cacchio ho letto di donne che alla tua età con il primo tentativo di fivet hanno beccato il segno, perciò non può essere un deterrente.
    Provate ad andare più a fondo, cercate altre strade. Molte donne italiane vanno all'estero per fare la fivet, voi potreste fare il contrario visto che in Germania ci sono questi assurdi limiti e trovare un centro sovvenzionato vicino a voi. E poi, come dice Speranza, c'è anche la stimolazione oppure la IUI.
    Aspettate che passi la fasse negativa (economicamente) e poi uno spiraglio si aprirà.
    Non arrenderti, una pausa si, ma la resa no.
    Coraggio Wani, il viaggio prosegue :)

    E quando quel test sarà possitivo (ah quante volte ci ho pensato!) grideremo come pazze dalla felicità. E io voglio esserci quel giorno in cui ti accadrà, perchè accadrà....
    Ti sono vicina, lo sai :*

    RispondiElimina
  4. Dopo quello che le altre amiche ti hanno detto non mi resta che farti i miei auguri e incrociare le dita per te.
    Devi soltanto pensare positivo e stare tranquilla (si sa che uno stress protratto puo influire anche sulla fertilita). Vedrai che se il destino vuole la cicogna arriverà anche per te.
    Un abbraccio,
    Sue.

    RispondiElimina
  5. @matematica
    grazie :D
    @speranza
    Bello il tuo nick,in sintonia. E´ vero ci sono altre strade e se io fossi stata in Italia credimi che avrei combattuto con il coltello tra i denti facendo a cazzotti. Questa maledetta barriera della lingua ,mi sega le gambe anche a quello.Sai come sono gli uomini dicono le cose a meta´ e i dottori rispondono ad un quarto,son messa bene eeehh!!!
    @Nina
    Carissima mi mancavano i tuoi commenti :)) un giorno faccio coraggio a te uno tu a me.Questo e´ un periodo di merda vedo tutto nero attorno a me e anche ad un miglio da me....purtroppo!
    @Sue
    Ecco brava Sue "se il destino vuole..." non a caso il mio blog si intitola "Il destino mescola le carte e noi giochiamo",ma forse dovrei cambiare nome con "il destino fa tutto da solo ed io sto a guardare!"
    ;)

    RispondiElimina
  6. Wane, darling, mi sa che quello che mi passava per la testa te l'ha gia' detto tutto Nina: dell'andare in Italia, della gente che ce l'ha fatta con la stimolazione, del fatto che non c'e' proprio niente di difettoso in te..semplicemente capita o non capita...e prima o poi capitera' anche a voi!!

    Eh io si, me ne torno in Italia, dopo 8 anni da expat, di cultural shock, di lost in translation, di misunderstanding...ma anche di soddisfazioni, di amicizie impareggiabili, di arricchimenti dei miei orizzonti sia culturali che umani...E' stato difficile, e tu lo sai bene, ma ne e' valsa la pena, per ogni singolo giorno passato qui in Britlandia :-)
    Vedrai che nonostante i periodi neri, ne sara' valsa la pena anche per te. Te lo prometto.

    Detto questo...ci sta una vacanzina in terra natale, quest'estate, per voi, ja?! Che ve lo meritate!! :-)

    RispondiElimina
  7. @sfolli
    Si vede ad un miglio che sono esaurita eh sfolli???:)))
    In questo periodo sembra che mi sia svegliata da due anni di letargo e all´improvviso con una gran voglia di scoppiare!
    Sara´ anche l´ estate che qui no aiuta,io amo l´inverno della baviera e non mi vengano a dire che un po´ di warm ci vuole, che questo repentino variare del tempo,piu´ gli impegni idioti che ho in qusto periodo mi sfanno andare fuori di capoccia ^^
    Dovremmo asspettare ad ottobre per la vacanza!

    RispondiElimina
  8. Cara, è logico che anche io come le altre incrocio le dita per te. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  9. non c'e' nulla di sbagliato in te, quello e' certo!
    e' che la vita a volte prende pieghe strane e i nostri desideri sembrano non volersi realizzare.. ma combattiamo, cambiamo strategia, andiamo all'estero, torniamo in italia... facciamo quello che necessario, che 41 anni non sono troppi, ma.... l'orologio biologico fa tic tac tic tac!

    mai arrendersi!!!

    RispondiElimina

Instagram

Pinterest