Hot!

Progettare comodamente sul divano

In questi giorni sono presa con un nuovo lavoro nel web.ma e´ una sorpresa al momento.Dopo la scuola di tedesco  passo interi pomeriggi seduta sul divano,  grazie a Phelipe che finalmente  abbiamo capito come si installa il wi-fi, quindi niente seduta a tavolino dell´ufficio,ma comodamente sul divano con gambe sopra lo sgabello,televisione accesa italiana ovviamente  e lavoro tanto lavoro,ad ogni nuova novita´ che genera il mio cervello mi ci butto a capofitto e Phelipe non mi dice mai che una cosa azzardata,ma anzi mi stimola ed io mi  butto a capofitto su quest´altro parto. Io faccio solo parti via web,purtroppo.
Ogni tanto mi alzo per qualche sigaretta fumata velocemente sul terrazzo,poi per il resto ho tutte le comodita´ a portata di mano persino i miei languorini e perora vado a Ritter Sport con le nuove varianti per la collezione di Natale.Stamattina ho ricevuto finalmente il tanto pacco atteso del Molino Chiavazza e come una bambina al suo regalo di Natale,scarto velocemente ed estraggo delle farine che al piu´ presto ne faro´ delle cose buone da mangiare. In questo post voglio ringraziare il Molino Chiavazza che mi ha mandato il pacco tester pur non avendo un blog esclusivamente di cucina,ma che ha soddisfatto vari punti alla loro azienda, grazie ai nuovi followers che si stanno unendo a questo blog, e alle altre pagine, a voi che state partecipando al mio giveaway e se raggiungo un tot di partecipanti tocchera´ inserire un altro bel premietto,e un grazie ai lettori che costantemente mi leggono e mi inviano mail.

5 cool comments:

  1. bello...anche per me è così spesso...posso permettermi di progettare e lavorare dal divano, certo, in Italia non c'è tutto questo lavoro, ed io da libero professionista, la crisi la sento tutta, ma questa è un'altra storia...

    RispondiElimina
  2. Brava, sono contenta per te , ti sento più positiva e soddisfatta! Attendiamo news allora su questa attività che ti occupa le giornate, sempre che ti sia possibile. Effettivamente come dice Anna i settori che concedono l'home workin - anche parziale - sono pochini. Sto cercando anche io di inventarmi qualcosa, ma con le lingue è forse scontato, devo trovare una nicchia interesante. ;-)
    Bun lavoro e attendo di sapere anche cosa fari con tutte quelle farine!!

    RispondiElimina
  3. ovviamente tutti gli errori del mio commento precedente sono colpa della fretta e della tastiera che ho qui.... ;-)

    RispondiElimina
  4. Ciao Wanesia! ma come hai fatto a farti mandare a Monaco quelle farine?!?! Io conosco molto bene quella per i dolci con il lievito. Ogni volta che vado in Italia, mi compro qualche pacchetto!! Le crostate con quella farina vengono una meraviglia, ma anche i muffin e i biscotti! Tuttavia volevo sperimentare anche la farina tedesca, però finora ho raggiunto scarsi risultati. Per quanto riguarda il pane, io ho trovato delle miscele buonissime, di pane "contadino", di patate, con i semi di zucca ecc. Le hai mai provate?

    Elena dalla Svevia

    Ps: le piastrelline bianche della tua cucina, sono uguali alle mie! :-)

    RispondiElimina
  5. Also Elena dalla Svevia!Ma hai un blog? Metti l´indirizzo....please.
    Ho chiesto direttamente all´azienda :P
    Eh si i tedeschi non hanno fantasia piastrelle uguali in cucina per tutti....ciao e grazie per la visita ^^

    RispondiElimina