SLIDER

WELCOME TEXT

il 15 marzo 2009 sono arrivata a Monaco di Baviera. Apro questo blog a distanza di un anno che abito a Monaco,nel blog racconto delle mie esperienze personali qui in Germania, sulle differenze tra tedeschi ed italiani (umoristicamente parlando), sulla mia ricerca del lavoro, insomma su come mi sono ambientata qua.
Follow

NEWSLETTER

I tram di mattina e dolce dono

In Germania diventa il "caso",tram affollati e in ritardo che in questi giorni movimenta la citta´ di Monaco.I tram passano in ritardo e di conseguenza si entra stile sardine uno attaccato all´altro.Io ho una certa dimistichezza con questa cosa, in Sicilia i bus la mattina sono sempre cosi´e quasi diventa un gioco spingere le persone,attaccargli il gomito alle costole e pestargli i calli dei piedi.I tedeschi sono sconvolti,li vedi ammucchiarsi come formichine laboriose alla fermata dei tram, silenziosi, nessuno sbotta all´ennesimo
ritardo.Entrano nei tram e dove entrano sostano, non sanno adattarsi ai metodi di sopravvimento.Entra, spingi,fai un passo avanti, quello avanti spinge a sua volta a catena ci spostiamo di qualche centimetro,sempre meglio di essere ammucchiati davanti alla porta,e i vagoni del centro sono vuoti,ma dico amalgamiamocci,perche´ stare attaccati cosi´ quando lo spazio ce´.Un´altra cosa che ho notato che i tedeschi sono degli automi, fanno volentieri le stesse cose,stesse facce, stessi movimenti ripetuti,persino  sbadigliare e´  conometrato alle sette e cinquanta sempre lo stesso individuo con un cappellino rosso sbadiglia e si stropiccia gli occhi,non e´ che di prima mattina mi faccio i cazzi dell´altro,ma l´ho visto una prima volta anche una seconda, adesso ci faccio caso ed e´ sempre un movimento ripetitivo delle sette e cinquanta.Wahnsinn!!! (incredibile come dicono qua) guai a sconvolgergli il rituale quotidiano.Ce´ poco da fare, questi individui non riescono ad adattarsi ,qui le cose per loro fortuna sono sempre andate bene e loro sono cresciuti in questa perfezione.Un tedesco in Italia morirebbe,nell´aspettare un bus sempre e rigorosamente in ritardo,a cercare di adattarsi ogni mattina alla vita del pensolare medio.Pero´ hanno anche dei pregi!
Ieri sera tornando a casa abbiamo lasciato le scarpe fuori, ebbene si anche noi stiamo prendendo le abitudini crucche, scarpe fuori ed entrare rigorosamente in calzini a casa.Mi sono dimenticata di entrare le scarpe,e stamattina ho aperto la porta per rientarrle,ma un dolce dono mi aspettava.Le nostre scarpe erano piene di dolciumi, cioccolati e lecconerie .Oggi e´ Nikolaus ed ieri sera leggi qua ,qualche buon vicino vedendo le nostre scarpe fuori inpietosendosi del nostro voler diventare bambini a tutti costi li ha riempiti, augurandocci di passare un buon San Nikolaus. Questa festa e´ un po´ strana per un italiana, ma e´ sempre gradita sopratutto quando qualcuno anche se non ti conosce ti dona qualcosa, si vede che quest´anno abbiamo fatto i bravi,e i nostri  vicini sono stati davvero gentilissimi, mi piacerebbe sapere chi e´ stato per poter ricambiare con qualche altro dono.Purtroppo saperlo sara´ difficile, quindi non mi resta che a 40 anni suonati credere che esiste San Nikolaus.

Clicca QUI per Button
Image and video hosting by TinyPic

6 commenti

  1. Premesso che di stronzi se ne incontrano ovunque, secondo me a essere gentili da te (e da me) ci si guadagna sempre. Perché poi, rotto il guscio del "ah quello é straniero..." se uno si accorge che il vicino é buono, solo non parla granché bene tedesco, beh... lo tratta secondo me con cura, forse piú che un qualsiasi tedesco! P.S.: Piú ti abitui alle loro usanze, piú ovviamente sei apprezzata. E alcune usanze sono OK (meno andare a piedi nudi per esempio :-P io mi tolgo sí le scarpe ma non giro mai in calze bensi in crocs)

    RispondiElimina
  2. P.S: nooooooooo, anche io volevo i dolci (ma per Krampus, non per S.Nicola).

    RispondiElimina
  3. ma che carini che sono stati! i miei vicini mi lasciano solo la pipì del cane :/
    comunque si, noi siamo abituati male: io la metro B a roma la chiamo il carro bestiame. quando sono arrivata a lisbona quasi non ci credevo che ci sono posti in cui i mezzi pubblici funzionano così bene.

    RispondiElimina
  4. Usanza molto carina, condivido e giusto per non essere da meno vado a cercarmi un po' di cioccolata in cucina, dove so di trovarne dopo aver riempito il calendario dell'avvento delle piccole ;-)

    RispondiElimina
  5. Beh ma sono stati carinissimi davvero
    Alla mia età non pensavo di trovare qualcosa
    che potesse ancora sorprendermi ma tu ci sei riuscita.Complimenti
    i cioccolatini di marca oltretutto :
    vicini non dal braccino corto
    Bravi veramente
    Direi che sei una persona fortunata almeno a giudicare dai vicini

    RispondiElimina
  6. @enzo
    si dai...fortunata!Peccato che ce´ poco contatto con i vicini ...i cioccolatini di marca qui costano la meta´dell´Italia :D
    comunque ho apprezzato e anche molto°

    RispondiElimina

© WANESIA • Theme by Maira G.