3 luglio 2012

Stress

Non so da dove cominciare perche´ e´ da molto che non parlo del mio lavoro, cominciamo da qui quando dopo due mesi mi viene data una bustarella  con un centone dicendomi che erano un po´ di mancie e un regalo per me.Se la matematica non e´ un opinione le 23 ore mi venivano pagate a pochi euro. L´ho considerata come un compenso
forfait,promettendomi che non sarei piu´ arrivata al punto di avere delle ore in piu´ e non trovarmi nello stesso problema all´infinito. Ed invece i mesi non sono tutti uguali,a volte ci sono giorni di scarto oltre alle quattro settimane che compongono il mese ed io mi ritrovo con lo stesso identico problema.Diciamo di essere al punto di partenza.

L´altro giorno ho avuto un battibecco sulla questione ferie, io volevo le mie ferie di quindici giorni esclusi i we e lui me ne da solo dieci giorni . Insomma piccoli disappunti che ti fanno perdere l´entusiasmo, che alla fine capisci che effettivamente solo perche´ non riesci a spiegarti bene in tedesco, e rimani li´ senza saper dire qualcosa che lui si crede piu´ furbo di te.
 In sintesi le mie ferie le posso scegliere solo in parte perche´ le altre ferie  sono quelle in cui il locale chiude e li considerano vacanze del personale 0-o
 Quindi non mi resta che abbracciarmi alle malattie, per avere un giorno frei.

Chi ha detto che il lavoro nobilita l´uomo lo prendo a calci.
Sono in piena crisi e forte stress. Tiro le mie otto ore e piu´ producendo come una fossennata,manco lavorassi a cottimo,  facendo a cazzotti anche con le colleghe . Non sono tutte rose e fiori quello che traspare a volte da questo angolo del blog, ma se la vita fosse semplice e senza problemi non esisterebbero gli scrittori.

 Anche il mio corpo si ribella in cinque mesi di lavoro ho avuto due soli cicli mestruali, mercoledi´ ho preso appuntamento con un ginecoloogo crucco, sperando che non sia una menopausa precoce,gravidanza la escludiamo a priori, test non pervenuti.  L´unica nota  positiva  che ogni mese percepisco uno stipendio (seppure poco secondo le mie aspettative) e che vado dai medici e specialisti senza che mi rompono le p@lle con la tessera sanitaria EU.

Poi del resto risulto
-una persona che viene sfruttata sul lavoro
-una persona che  subisce mobbing dai colleghi
-una persona buona di cuore che porta le tanto agognate lasagne italiane alle colleghe e non viene ringraziata
-una persona che presta un ombrello ad una collega perche´ ce´ un acquazzone e non te lo ritorna piu´
-una persona che pur lavorando in Germania dove la crisi non si fa sentire ed il lavoro  ce´ deve combattere ogni giorno per far valere i suoi diritti.


Tutto il mondo e´ paese, il pesce grande mangia il pesce piccolo,e´ una forza della natura e a me non resta che stare attenta e cercare di sfuggire ai famelici pescioni affamati.
L´unica  soddisfazione che gli azzurri hanno vinto con i tedeschi tutto il resto e´ vita!

12 commenti:

  1. che tristezza scoprire "che tutto il mondo è paese", del resto i detti popolari non mentono. Cerca di stare su, Laura

    RispondiElimina
  2. Avevo già capito che non tutto è oro ciò che luccica. Anche i famigerati tedeschi se possono fregano il prossimo. Quel che mi urta è che salgono sulla cattedra e fanno sentire noi mafiosi, pizzaioli e quant'altro. Coraggio Wanesia, come dici tu, almeno stai lavorando e sono sicura che ti stai guardando attorno per il futuro. Baci

    RispondiElimina
  3. Coraggio, cara! Purtroppo, la cattiveria e l'ingiustizia umana nn hanno nazionalità

    RispondiElimina
  4. Questo post serve a smentire l'idea di Germania e lavoro che ognuno di noi ha in Italia.
    Sembra che l'abbia scritto io al posto tuo! Incredibile: tutto il mondo è paese per davvero.
    Tieni duro e sii meno "generosa" (anche se non è una cosa da dire!). Fatti valere!
    Un bacione dal caldo sud dell'Italia.
    JhOBbyes

    RispondiElimina
  5. Guarda mio marito quando a visto che qualcuno ne approfittando dicendo che io non capivo le solite palle mi fa rimani a casa..credimi fino all'ultimo lo aiutato e quando ha trovato una che lo aiutava brava come me, quasi neanche mi ah salutata l'ultimo giorno, mi hanno detto che nel frattempo ha cambiato tre volte la persona che mi sostituiva... e cerca ha un carattere che solo con me andava d'accordo..e se ti usa ancora dirglielo bello e chiaro.." forse per e li non capisco il tedesco, ma le leggi tedesche si... ed il tariffario anche quindi si metta in linea alle norme o vado all'arbeitgericht e vedi come muove il culo:-)Non fatti usare..

    RispondiElimina
  6. Ciao! Sicuramente tutto il mondo è paese, ma in 6 anni di lavoro in Germania (ho cambiato 4 posti, perchè erano a tempo determinato) mi sono sempre trovata bene. Avevo anche io a volte colleghi di m...a Penso che nella Gastronomie funzioni diversamente, nel senso ke se ne approfittano di più. Fossi in te andrei dal sindacato Ver.Di, dove c'è anche un ufficio per italiani.
    Per quanto riguarda il ciclo, forse ti capita come è capitato a me, che mangiavo tanta carne e salsicce varie di maiale (per novità e golosità) e gli ormoni contenuti in esse mi avevano bloccato le mestruazioni. La mia ginecologa tedesca ci ha chiappato in pieno, dicendo che purtroppo non ero l'unica ad avere questo problema. Spero tu trova presto un altro lavoro in un altro settore.
    Katia

    RispondiElimina
  7. Ciao Wanesia!
    Mi dispiace per tutto lo stress, posso solo dirti di tenere duro.
    La salute è la cosa più importante, riguardati!

    Sue.

    RispondiElimina
  8. Beh, un solo consiglio: fatti ancora qualche mese e poi comincia a far visita a qualche altro locale, chidendo se interessi loro. Dopodiché, saluti il capo ( o gli dici, cambiamo condizioni o me ne vado, dipdene da te...).

    Anch'io ho una settimana di ferie obbligate fra Natale e Capodanno perché la ditta chiude. Ma diciamo che le avrei prese comunque quindi non conta molto.

    A proposito di "Chi ha detto che il lavoro nobilita l´uomo lo prendo a calci.", io invece dico "il lavoro quotidiano opprime l'uomo e soffoca la sua fantasia e creativitá". Penso che tu essendo molto "artistica" sia d'accordo, no? ;-)
    Ah, chi é l'autore della frase? Grissino.

    RispondiElimina
  9. Ciao. Mi dispiace davvero che tu venga trattata in questo modo, d'altronde è vero, i "furbi" esistono ovunque.
    Le lasagne non portargliele più...non se le meritano.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Coraggio! Mi dispiace per te, non vale la pena ammalarsi per colpa loro perchè ti rovinano anche quel poco tempo libero che ti rimane. Un abbraccio Ps Complimenti per la foto mi èpiace un casino

    RispondiElimina
  11. A proposito: mi sono scordata di citare un piccolo pezzettino di una canzone che adoro di un artista che ammiro.

    "...Tanto il mio lavoro è inutile, diciamo futile
    essenzialmente rimovibile, sostituibile, regolarmente ricattabile
    il mio lavoro è bello come un calcio all’inguine dato da un toro..."

    by Daniele Silvestri "Precario è il mondo")

    Meglio di così, si muore!

    RispondiElimina
  12. In ritardo ma ce la famo .....
    lo stress si sente, torno a casa con un mucchietto di ossa e spalmarmi sul divano a volte risulta un miraggio, perche´ ci sono tante di quelle cose arretrate da fare in casa, e poi la cena e poi e gia´ tardi e si crolla a letto. Eccheppalle!!!!!
    Dal gine sono stata, mi ha dato delle pilloline che mi hanno fatto sorridere guardando su internet, aiutano per regolazione del ciclo e anche per aiutare una possibile gravidanza. Ma va`!!!!!Ecchemelavessidatoprima...
    Comunque son forte, se sentite un botto pero´ so io che so crollata^^

    RispondiElimina

Instagram

Pinterest