Quello che succede nelle cucine crucche

11 settembre 2012

"Io cambio lavoro come cambiano le stagioni".Questa frase non è mia,l´ho sentita una volta in un film,non ricordo quale e mi piacque molto sembrava che me l´abbiano cucito addosso.
Questa rubrica "lavoro" non vuole offendere nessuno,nè tantomeno offendere i tedeschi,ma è solamente un modo con cui io faccio ironia su quello che mi è successo in Germania nel campo del lavoro (gastronomia).
Cosa mi è successo oggi? Continua a leggere.

Ogni talvolta che ritorno a casa ,un sospiro di sollievo e finalmente mi dico  Casa dolce casa, home sweet home,finalmente a casetta dopo una giornata di ganz scheiße.
La brigata di cucina non va molto d´accordo. Le strege si danno un da fare per infastidirmi.
E siccome io esigo il rispetto, sopratutto nella citta´ Crucca dove i doveri hanno gli stessi valori dei diritti.
Ma dico che modi sono che viene nel mio posto di lavoro e mi infastidisce con il suo temperamento da nevrotica?
I problemi si lasciano a casa, e nel posto di lavoro si cerca di essere cordiali con tutti,ma la strega n1 oggi aveva le palle girate ed ha preso di mira  la persona sbagliata con cui sfidarsi,cioe` io.
Quella che poi ricevi i colpi da tutti, visto che tra di loro essendo concittadini si favoreggiano alla grande. Premetto che oggi dopo we l´inizio  settimana ce´ un carico di lavoro mostruoso da preparare , cosi´ appena arrivata a lavoro nella mia ora (due ore dopo di loro) ed indossando la mia uniforme  mi sono messa al mio lavoro.
Lei e´ venuta insultandomi perche´ prima di iniziare a lavorare dovevo mettere le loro cose che avevano lasciato in giro ,ma dico? Non ho dato peso alla cosa,ed infatti non stavo rispondendo fino a quando la sua faccia me la sono vista davanti alla mia, con quei canini aguzzi tanto che sono scoppiata a ridere vedendola con il suo trucco pesante e fascino  di surreale ironia.
Per un attimo ho pensato che la magiara fosse una lontana parente del Conte Dracula poi vedendola che stava incominciando a gesticolare ho pensato che stesse colpendomi.

Cosi` ho incominciato ad urlare Haaalllooo!!! Bitte entspannen inizio` a sbraitare che da quando ci sono io le cose sono cambiate e che prima era lei che comandava adesso invece non ha piu` voce in capitolo perche´ viene sempre ripresa dal capo.
Gli ho detto che la colpa non e´ mia e se invece provasse ad abbassare la cresta? Gridava come una pazza, molte parole non le capivo chissa` quante me ne avra` detto tra misto magiaro e tedesco.
Il capo l´ha trascinata con la forza,io ho continuato a fare il mio lavoro, la sentivo singhiozzare poi alla fine l´hanno calmata e  fatta andare a casa. (Non capisco perche´ questa persona  ce l´abbia con me) O-0
 Anche oggi identica giornata, stavolta non ho avuto un sospiro di sollievo e neanche la mia parola magica Home sweeet home, perche´ appena arrivata a casa  sono scoppiata in un lungo pianto,non riuscivo a trattenermi dal nervoso, singhiozzavo come se mi avessero squarciato.
 Oggi e´ stata la ciliegina sulla torta, raga` se questo non e´ mobbing ditemelo voi.
Riesce a farmi saltare i nervi, mi da un carico di lavoro non indifferente e devo fare anche il suo di lavoro, nonche´ dopo la mia produzione ed oggi erano ben nove ore di lavoro alla faccia della Cruccolandia ha preteso che tirassi a lucido la cucina.
Cosa che effettivamente non e´ ne` suo e neanche  mio di lavoro,ma ci sono anche modi in cui si pone una persona che gia` ti infastidiscono prima che lei apra bocca. Ad un certo punto ho pensato che stessi crollando,e magari cascavo li` dentro, il cuore che impazzava  a mille voglia di appenderla al muro ,un nodo alla gola,le mani che tremavano.
E nella testa mille pensieri,mo mi tolgo il grembiule e vado via, no rimango perche´ a me il lavoro serve,ma mi sta mettendo alle strette.
 Ho subito chiamato lo chef al telefono e domani mattina prima di iniziare il lavoro devo parlare di questa situazione.
Una situazione che diventa sempre piu` insostenibile,priva di senso, stancante per la mia persona e per la mia mente sopratutto. Lavorando cosi` riesci a perdere l´entusiasmo di alzarti al mattino uscire di casa per andare a lavorare.
Voi avete mai avuto di questi problemi con i colleghi? Come avete risolto la cosa?
In questo post triste volevo ringraziare anche la cara Giusy,una cara lettrice che mi ha mandato un dolcissimo pacchettino dall´ Italia.
Dopo i vari singhiozzi e lacrime che avevo versato prima, mi hai fatto commuovere ancora. Grazie Giusy per gli agrumi dall´ Italia. Per chi non capisse "gli agrumi" ecco una foto. Borsine per fare la spesa.

8 commenti

  1. No qui in Austria mai capitato. Comunque anche per me oggi non é stato un giorno rilassante... di Scheiße ce n'era tanta anche se non dai colleghi del mio team che sono tutti OK. :-)

    RispondiElimina
  2. Teso all'ambiente lavorativo con i crucchi in cucina a volte è più che stressante..io ti consiglio di portar subito la crucca vampira davanti al capo spiegando che ti senti stra usata e ti fa mobbing senno vai all'arbeitgericht e vedi come cambia. Vabbe che il lavoro ti serve..ma se non ci stai bene cercatene un'altro mentre ...chissa che trovi l'ambiente giusto..io sincera mi sono trovata malissimo con polacchi e russi:-)bacio..su forza...e non piangere..non ne vale due lacrime la vampira. Testa alta sempre:-))

    RispondiElimina
  3. Mi dispiace davvero sentire quello che ti succede. :-(
    Io l'unica volta che ho avuto dei problemi qui a Vienna e' stato con un capo, pensa un po', italiano e da allora mi son ripromessa che mai piu' avrei lavorato per italiani all'estero. Oramai lavorano nella stessa ditta (internazionale) da 3 anni e mezzo e ringrazio ogni giorno per il lavoro che ho. Un bacino*

    RispondiElimina
  4. Sono contenta che il mio regalino sia arrivato nel giorno giusto per tirarti un po' su il morale....
    Spero che la situazione migliori. Baci

    RispondiElimina
  5. Oggi ho parlato con il datore di lavoro di positivo ce` che mi ha cambiato tutti i turni cosi´ non rimaniamo da sole. Un passo avanti,credo che le cose si risolvono diversamente per lei ,invece!

    RispondiElimina
  6. Ciao Wanesia, sono capitata per caso sul tuo blog e siccome questo post mi ha fatto commuovere non poco, ho deciso di lasciarti un messaggio. Non sai come ti capisco, so cosa vuol dire trovarsi male sul posto di lavoro. Hai tutta la mia solidarietà! Non dargliela vinta a quell'arpia. Non mollare e non rattristarti. La soluzione migliore è quella di chiarire le cose davanti al capo e se non bastasse, chiamare in causa i sindacati. Coraggio!! Facci sapere come è andata mi raccomando. D'ora in poi passerò di qua a dare un'occhiata per vedere se c'è qualche novità.
    Un abbraccio.
    Anna :-)

    RispondiElimina
  7. Meno male che non rimani più sola con lei....spero che a lei dia una bella "strigliata" e che impari un po' di rispetto per gli altri :)

    RispondiElimina
  8. Non rimango piu` insieme a lei cosi` non verro` sfruttata da lei,ma la musica non cambia. Haime` tocca innescare un altra via d`uscita. Lettera al grande chef per un aumento.Perlomeno mi faccio in quattro con altri risultati.
    Senno` cerco altrove ovvio dopo la vacanza.
    PS: grazie del commento.

    RispondiElimina

LIKED VIDEOS