Hot!

Reset

"Io cambio lavoro come cambiano le stagioni".Questa frase non è mia,l´ho sentita una volta in un film,non ricordo quale e mi piacque molto sembrava che me l´abbiano cucito addosso.
Questa rubrica "lavoro" non vuole offendere nessuno,nè tantomeno offendere i tedeschi,ma è solamente un modo con cui io faccio ironia su quello che mi è successo in Germania nel campo del lavoro (gastronomia).
Cosa mi è successo oggi? Continua a leggere.


Innanzitutto ringrazio a tutti quelli che mi hanno lasciato un dolce commento su TotoSì o Totono purtroppo non sta sempre a noi risolvere tutto,ma il piu` delle volte ci vogliono gli eventi giusti. Ed ecco che ieri mattina e´ arrivata la lettera, quella che sognavo anche di notte, quella che avrei fatto salti mortali per averla. Di cosa sto parlando?
Signori e signore e` arrivato il licenziamento "in malattia" in Tedeschia tutto e` possibile . Com`e` stato l´impatto?
L´ho letta tre volte, ho fatto un giro di valzer ed e` sceso incontrollabilmente un alone di nero su di me, forse mi ha amareggiata e un po` sconfortata,non ero mai stata licenziata in terra Crucca e malgrado ci tenessi tanto dopo l´evolversi delle situazioni, appena ho avuto la lettera tra le mani incominciarono le palpitazioni.
Perche´ si sa per quanto si e´ forti un evento del genere ti fa un po` paura,piu` che altro per le novita` che arriveranno per lo sconvolgimento di una vita di un anno di lavoro.
Ovviamente in Germania e` prassi che la posta di quella brutta arriva sempre il fine settimana per cui non puoi attaccarti al telefono per capirci qualcosa,anzi ti rodi tutto il we.
Ieri l´ ho presa male ,ma oggi va decisamente meglio.
Ho gia´ fissato un appuntamento da Zoe per mail per martedi`  anche perche´ non saprei come chiudere con tutti i miei documenti qui.
Et voila` che un anno pieno di novita´ arrivera` nella mia vita. Al piu` presto faro` domanda di disoccupazione e chiedero` il permesso per quella scuola che vi avevo accennato. Intanto oggi anche se sola soletta sono andata a farmi le unghia rrrRosse e ho passeggiando sotto il nevischio.Reset -Reset....
Mi sento libera di cominciare una nuova vita. Perche´ alla fine  in Germania per quanto tu possa contare nel posto di lavoro e` sempre un po` precario, qui la gente si evolve, si espande, chiude riapre, qui i soldi ci sono per reinventarsi.
Buon we.

13 cool comments:

  1. come si suol dire...chiusa una porta si apre un portone!
    goditi il w.e.!

    RispondiElimina
  2. Su via adesso prendi forza e fai ciò che decidi...anche se quelli del arbeitamt sono due palle di burocrazia..:-))fai ciò che desideri:-)) Notte Wanesia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so Jenisha so che vuol dire essere disoccupati con l´arbeitsamt pero´ se voglio fare la scuola devo stare sotto loro. Puo´ darsi che non mi danno l´opportunita´ ed i miei castelli cadranno, significa che corro a cercare un lavoro subitissimo.

      Elimina
  3. Sí ma la ragione del licenziamento?! No perché (almeno qui) ci deve essere una ragione. Poi possono pure inventarsela ma ci deve essere... Auguri di trovare presto un nuovo lavoro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Griss per esserci ma lo sai che non c´eravamo accroti di questa cosa? O perlomeno con tutta la questione ce´ sfuggita di mano probabilmente l´avevo intuita la motivazione ,ma solo nella mia testa. Un altro punto con cui discutere con Zoe,grazie!

      Elimina
    2. Griss una ditta piccola con meno di 10 persone puo´ licenziare senza una motivazione.

      Elimina
  4. Beata te e beati voi che da voi I SOLDI CI SONO x reinventarsi, come saprai ( almeno spero) qui la gente dorme in rulotte xche' i SOLDI NON CI SONO neanche per reinventarsi, neanche per poter riassumere qualcuno che pagherebbe oro...ops...euro, per non perdere il posto di lavoro:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia cara io dico le cose come stanno qui se vuoi lavorare puoi farlo.Non sono beata perche´ "ho" o meglio "avevo" un lavoro, sai quanti chilometri mi dividono dalla mia famiglia? Sai cosa significa soffrire di solitudine? Forse no!
      Probabilmente a tutti quegli italiani che dormono in roulotte direi di alzarsi le chiappe e venire all´estero anzicche´ stare con la mammina,vengono qui a fare lavori umili ma pagati che la fame non la soffrono. In quanto a me che ho perso o come hai fatto intendere "mi sono fatta sfuggire" il posto di lavoro, in quanto a questo...io non tollero che le persone si prendano gioco di me, io non posso permettermi lo stress che una persona "normale" abitualmente ne fa carico,per cui il mobbing l´ho curato standome comodamente a casa in malattia .E nel frattempo in Germania si usa che possono licenziarti lo stesso, probabilmente se ero in Italia sarei rimasta per anni in malattia.....

      Elimina
  5. In tutti i posti di lavoro in terra crucca ti sei trovata male per colleghi o chef o entrambi. Non credere che fare l'oss sia divertente. Lo faccio da anni e il mobbing c'è pure li. Si è l'ultima ruota del carro e si è sotto medici, infermieri e paramedici. In bocca al lupo comunque, magari li è diverso.
    silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I problemi che ho avuto io probabilmente li hai anche tu o altri, io nel mio blog parlo di differenze (anche lavorative) che ho riscontrato in Germania. Di solito non sono mai scorbutica con le persone che mi commentano,in genere "quasi" mai ed e´ il "quasi" che la differenza.
      Se mi sono trovava male in qualunque lavoro ho fatto in Germania di certo ho rosicato di brutto facendomi venire la gastrite,ma non ho mai chiesto nulla a nessuno.
      E se si parla male dell´Italia dalle mie parti, vuoi mettere che io difendo tutti i diritti di una persona sebbene e´ straniera "in questa terra" che viene vista come la piu` perfetta ed invece non lo e´ proprio?
      Permetti che "pretendo" tutto da questo licenziamento e permetti che pretendo "il rispetto" dalle persone che mi circondano ? E chiedere tanto?

      Elimina