18 aprile 2013

Quando anche il caffe` sa di hamburger...


"Io cambio lavoro come cambiano le stagioni".Questa frase non è mia,l´ho sentita una volta in un film,non ricordo quale e mi piacque molto sembrava che me l´abbiano cucito addosso.
Questa rubrica "lavoro" non vuole offendere nessuno,nè tantomeno offendere i tedeschi,ma è solamente un modo con cui io faccio ironia su quello che mi è successo in Germania nel campo del lavoro (gastronomia).
Cosa mi è successo oggi? Continua a leggere.

Il lavoro procede con vari turni e abituandomi  ai vari colleghi.Siamo in tanti e ancora non ho memorizzato i nomi di tutti,e mi sto abituando ai colleghi "stretti"del bancone.Quelli so i nomi e in una settimana ho imparato anche le stronzate che sparano in continuazione.Sono troppo piccoli,o io sono troppo grande!
Quello che non mi abituero` mai e la puzza di hamburger che rancita lontano un miglio, per non parlare quando finisco il lavoro e mi dirigo verso casa sembra che le persone mi stanno alla larga.
A casa dopo la doccia con il profumo mi faccio il bagno, ho questa puzza che non va via dentro il cervello,mi addormento e mi sveglio sentendone la puzza,malgrado  siano di un buon macinato fatti da un carnezziere rinomato a Monaco .Mi ricorda tanti anni fa che lavoravo in un pub tunisino a Palermo. Il cuoco si era ammalato e io insieme ad un mio amico della sala ci arrangiavamo anche in cucina .Non mi ricordo quanti shish kebab avevamo messo in piastra ,fatto sta che alle tre quando chiudiamo il locale, ci aspettava una lunga camminata per arrivare a casa quando siamo stati inseguiti da tre cani grossi neri e randagi. Ce la siamo fatta sotto,ma l´odore della carne non va via facilmente.
Ecco che tutte le cose ritornano!
Help!
 Mi abituero` mai a  questo odore di rancito di carne che scoppietta?
 Avete rimedi, idee, spunti, su come alleviare persino il caffe´ di prima mattina che mi sa di hamburger?

9 commenti:

  1. Non so aiutarti, ho un rapporto conflittuale con la cucina in generale :) Sono in Sicilia, te la saluto? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo :) e tu che fai in Sicilia? Curiosa io!

      Elimina
    2. Mio marito sta girando un film qua, e noi siam venute con lui! siam a Catania da marzo, prox settimana pero' ripartiamo

      Elimina
  2. Io la sera tornando a casa, dopo la doccia totale, accendevo candele/incensi profumati oppure andavo ad annusare i barattoli delle mie spezie preferite (cardamomo, anice, cannella...)
    Ho sentito dire che spruzzare i vestiti con vodka da quattro soldi e lasciarli asciugare bene tolga tutti i cattivi odori. Non ho mai provato però.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. simpatica l´idea della vodka....sembrero` un ubriacona :D

      Elimina
  3. Lo sfrigolio della carne sulla brace per una rimpatriata tra amici è un odore che anche se ti rimane addosso può sembrarti chanell n° 5.
    Indubbiamente quello che ti accompagna a casa è l'odore di un lavoro che non ti va di fare, ma secondo noi non è sui vestiti, non è sulla pelle ma nei tuoi pensieri. Non basta una doccia profumata ma ci vuole un bellissimo pensiero positivo, soprattutto la mattina quando ti alzi. Vedrai che il caffè tornerà a profumare di caffè.
    Baci
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. evviva il pensiero positivo, forse dovrei di piu` pensare positivo!

      Elimina
    2. Concordo con Sabrina e Luca.

      Elimina
  4. Considerato che i tedeschi adorano la carne dubito che ti stiano alla larga per strada...anzi :-)
    In ogni caso credo sia solo l'inizio, tra un po' di tempo probabilmente ci farai l'abitudine e smetterai di sentire odor di hamburger anche nel caffè.
    Vada per le docce profumate ma lavarsi i capelli tutti i giorni temo sia un po' aggressivo.

    RispondiElimina

Instagram

Pinterest