Header Ads

Scrivendo il kündigung tutto in parentesi.


Questo blog spesso  e´ un fritto misto di quelli che in questo preciso istante con le gambe incrociate sulla sedia mi sparerei senza pensare troppo alla dieta, di tutto quello che mi regala la vita qui a Monaco insieme al mio compagno. Dagli interessi che ho maturato nel tempo, alla mia cucina, ai miei acquisti ,posti visitati, golosita´ e bastardi che ho trovato in questa citta´  (Intendo lavoro)
Scrivo da Monaco di Baviera (oggi mi sento italianissima) e dopo un paio di lavori e il recente trovato meno di un paio di mesi fa` sto scrivendo il mio licenziamento ( kündigung) in tedesco.
Signori mi sto licenziando!
Gia` vedo le facce disorientate di coloro che mi scrivono mail dall´Italia per venire a trovare lavoro nella citta` dei Balocchi,ma come ha un lavoro e si licenzia. Pazza! 
  • MI licenzio perche´ quello che i miei occhi appariva bello non era cosi´ …
  • MI licenzio perche´ sopratutto l´ultima settimana ce´ stato in me un exploit di nervi, incominciavo a balbettare e ad avere tachicardia ogni talvolta che entravo al lavoro.
  • Mi licenzio perche´ non riesco a difendermi in tedesco.
Non ho retto piu` questa situazione, una jena in piena crisi isterica si alzava dal letto per andare a lavorare tornando a casa per cercare alla rinfusa nel cesto dei panni da stirare qualche maglia per il mattino seguente, dare calci alla cesta , gridare di non farcela piu` preparare la cena e andare a letto puntando sei sveglie .
Non aprivo piu` il mio blog, sono partiti solamente dei post programmati,twitteravo solo di “Voler scappare” e instagrammavo qualche fotina di cene che ho fatto.
E canticchiavo come un isterica
“Facciamo bene perché è sabato sera
Facciamo bene, facciamo perché
c'è l'occasione e l'atmosfera
Si...facciamo bene perché
siamo viviiiii
Domani chi lo sa? “ 
 
Questa non e´ vita!  - Almeno non e´ la vita che voglio fare!
Das gefällt mir nicht.   Non mi piace
Das mag ich nicht.       Non mi piace
Das finde ich überhaupt nicht gut.  Non lo trovo affatto buono
Das lehne ich ab.   Lo rifiuto.

Das weise ich zurück.  Lo respingo
Das kann mir gestohlen bleiben. Non voglio saperne niente.
Das lässt mich völlig kalt.  Mi lascia del tutto indifferente.
Das ekelt mich an.  Mi fa schifo.

Parole sconnesse con l´unico scopo di lasciar perdere tutto.
L` Addio e´ sempre un po` come morire,ma per me viene inteso come una rinascita.
Scrivere una lettera di licenziamento in Germania, ha delle regole ci sono dei punti da non dover trascurare. Augurare tutto il bene quando si danno le dimissioni e´ una regola fondamentale tedesca. Per legge potrebbero anche rimandarvi le vostre dimissioni indietro per non aver augurato loro ogni bene.
In alcuni contratti una piccola clausola ti indica che  devi dare un preavviso scritto. (Il mio caso).
Tutto quello che trovate dentro le parentesi ovvio e´ frutto della mia onirica pazzia .


Caro Signor CHEF
Con la presente comunico che il  lavoro che  ho fatto con voi dal (quel giorno di m***a che vi ho conosciuto) termina il xx.xx.xx (una liberazione incredibile)
Sono grata per il bene che  negli ultimi mesi ho ricevuto (sono un ipocrita,mi avete intaccato i nervi,mi avete distrutto fisicamente e mentalmente,bastardi si puo` dire  Bbastardi!?) .
 Ho imparato molto da questa azienda e sono molto grata per il sostegno sempre piacevole.(Si e´ vero ho imparato,ma anche voi avete imparato quando vi richiamavo  e lavavo le insalate!) 
 Mi dispiace dover fare questo passo per motivi personali e vi auguro a voi e l'azienda che tutto continua per  il meglio.(A dire il vero non me ne frega un fico secco di come vi andra`,ma devo attenermi alle vostre regole di cortesia.  Tacci vostra!)
Se possibile  (Subito) - inviatemi  i miei documenti di lavoro presso l'indirizzo  sopra citato e avere  un certificato che attesti che ho lavorato per voi .
Cordiali saluti (Che ve possino.....!)

Firma autografa
Celapossofarecelapossofare!





9 commenti:

  1. mi raccomando la lettera di referenza, non so da voi ma qui in svizzera è fondamentale!! fattela scrivere e se non ti piace fattela riscrivere!!
    ti capisco, anche io un anno fa ero nella tua stessa situazione, una larva di persona, stressata fino all'inverosimile e dire che pensavo di voler fare quel lavoro per la vita! dopo un anno e passa in cui ho lavorato a tempo determinato non aspettandomi niente (mi sono trovata pure bene!) ora so cosa voglio fare e non sono mai stata più felice..non disperare, datti solo tempo.

    RispondiElimina
  2. figurati, mi ha fatto piacere commentare, ricordati: la vita va a fasi, ora magari non è la fase più bella me ne arriveranno altre.
    L'importante è circondarti di persone che ti amano e che ti supportano, per loro non è importante che lavoro fai ma chi sei!

    RispondiElimina
  3. Devi stare bene con te stessa, devi stare bene, quindi fai bene! Sei coraggiosa, e ti ammiro!

    RispondiElimina
  4. è inutile scriverti che la salute è la prima cosa di cui preoccuparsi nella vita, se questo lavoro ti faceva stare così male hai fatto bene
    a licenziarti!
    uno "stai su" ed un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Io credo che a lavoro una persona ci deve stare bene perchè è li che trascorre la maggior parte del suo tempo quindi hai fatto bene a licenziarti

    RispondiElimina
  6. @Pinguino
    Grazie per i consigli ,anche qua lo Zeugniss (lettera di referenza ) e` importante. So anche che posso farmela ri-öscrivere fino alla nausea, fincche´ non mi piace :P
    La prox sett.gia´ ho un paio di colloqui.
    @Clara
    Eh...si ci vuole pelo sullo stomaco a licenziarsi...:*
    @matematica
    Infatti e´ stato proprio questo che mi ha fatto prendere la decisione. Lo stress ti uccide poi quello tedesco non parliamone e se trovi dei colleghi stronzi come i miei ....e´ la fine. Ma lo sai che qua ce´ una alta percentuale di malati di Alzheimer????
    @Carmela
    Pensavo a te proprio ieri sera,ma e´ arrivato il premio?? Infatti trascorrevo piu´ tempo da loro che a casa mia....

    RispondiElimina
  7. Stessa identica situazione, solo che io mi trovo vicino Colonia :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tyler benvenuta nel blog....tutto il mondo e´ paese!

      Elimina
    2. Più che altro è l'italiano che "inquina" ovunque con le sue "abitudini" :D

      Elimina

Powered by Blogger.