Quando il capo non ti licenzia!

"Io cambio lavoro come cambiano le stagioni".Questa frase non è mia,l´ho sentita una volta in un film,non ricordo quale e mi piacque molto sembrava che me l´abbiano cucito addosso.
Questa rubrica "lavoro" non vuole offendere nessuno,nè tantomeno offendere i tedeschi,ma è solamente un modo con cui io faccio ironia su quello che mi è successo in Germania nel campo del lavoro (gastronomia).
Cosa mi è successo oggi? Continua a leggere.

Giuro che questa volta ho creato un gran casino attorno a me.
Ma i casini sono il mio forte, credo stavolta di essere in  un circolo vizioso ed era l´ultimo dei miei pensieri.
Ho scritto il licenziamento consapevole di presentarlo.
Poi al momento di dovevo darlo al capo,ho avuto dei ripensamenti del tipo

  • "No dai!Che cazzo stai facendo vuoi diventare disoccupata con tutto quello che concerne in Germania?" 
  • Ti fai mettere il cappio al collo in estate dall´ufficio Collocamento?

Ho avuto paura e ho fatto un passo indietro,ma con tutta la buona volontà assecondando tutto e tutti mi sono ritrovata al punto di partenza.E ogni volta che tornavo a casa ero disperata ed angosciata.
Tanto che poi più i giorni passavano e più ogni volta che dovevo andare al lavoro tremavo e piangevo alla sola idea.
Voglio lasciare il lavoro  per motivi di salute "Burnout&Mobbing"che faccio?
L`unica soluzione per me  è  stata  andare dal dottore raccontare tutto e non ci voleva tanto a capire che ero esaurita e farmi scrivere il Krankenmeldung e così passo i primi  15gg a casa.

 Cerco di rilassarmi di non pensare,ma il rientro è lì puntuale che mi aspetta o meglio sono "loro" che mi aspettano. Rientro al lavoro e mi aspetta una settimana piena di cattiverie, turni di sera, di dieci dodici ore, lavori all´ultimo secondo dell´ora di uscita.

Così senza troppi sensi di colpa mi ri-metto  in malattia ,ma  stavolta non ci sarei piu` ri-tornata.
Ma adesso sono letteralmente bloccata. Sono passati dieci giorni ed io sono andata anche in Sicilia a caricarmi le pile, ma del licenziamento neanche l´ombra.
Credevo che mi avessero licenziata loro ed invece?


  • Se mi licenzio io ho il problema che vedo la disocuppazione dopo il 4° mese talora non trovassi lavoro subito.Perchè la disoccupazione mi viene penalizzata per tre mesi.
  • Se mi licenziano loro posso usufrire della disoccupazione se non dovessi trovare lavoro subito.

E questo fa la differenza! E quindi sto aspettando che qualcosa si muove.
Mi sento stretta dentro questa morsetta di capo, colleghi e situazione frustante,ma perchè non si decide a scrivere questo benedetto licenziamento?
Io le ho pensate tutte e voi  avete qualche  idea?

Update: Sono stata in malattia per 35 giorni.Poi alla fine mi sono licenziata io perchè avevo trovato un nuovo lavoro.

15 cool comments

  1. Wanesia!
    Ti ho lasciata qualche mese fa che eri pimpante, carica da morire per 'sto lavoro ed ora ti ritrovo nuovamente cosi'?
    NON e' da te (per quel poco che ti conosco leggendoti).. rimbocca le maniche e chiarisciti.
    Nonostante lavoriamo QUI, non possiamo ancora considerarlo il Bengodi. Le descriminazioni ci sono su tutti i fronti (non siamo tedeschi) e su tutte le linee (pure donne).
    Quindi..
    Mi raccomando!

    RispondiElimina
  2. Non credo che nel pieno della stagione estiva i datori di lavoro licenzino.Lo fanno dopo, a settembre- ottobre. A stagione ultimata e nel tuo caso dopo l'Oktoberfest
    silvia

    RispondiElimina
  3. Ciao Wanesia, secondo me loro sono consapevoli che licenziando ti concederebbero l'Anspruch alla disoccupazione e per questo non lo fanno...certo é che non é piacevole sentire il proprio cervello che ti comunica di non poterne proprio piú della situazione. Potresti forse prima cercare un altro lavoro e poi lasciare questo? Anche perché le Zeugnis non saranno rosee dopo che ti sei messa in malattia! Ma tu sei una persona sempre combattiva, tira fuori la grinta e vedrai che pian piano tornerai in forma :-)

    RispondiElimina
  4. @Barbara
    Sono stata abbagliata dalla prima settimana e mi sono resa conto del lavoro effettivo dopo la seconda.Ho accettato con "me stessa" che alla fine il lavoro non ammazza nessuno,ma quando ti ripartiscono 45 ore in 5 gg con 10/12 ore giornaliere sono crollata. Perche´ alla fine dopo le ore massacranti noi donne abbiamo anche il lavoro a casa, e poi avevamo stabilito che avrei lavorato nel turno di mattina e poi praticamente tutto ribaltato.Solo turni serali.
    @Silvia
    Alla fine a cosa gli serve una persona che sta in malattia ??Credo (e credevo) che alla fine mi sarebbe arrivato e anche presto ed invece questo silenzio mi uccide,e ho paura "anche "ad andare in giro in citta`!
    @Germanico
    Grazie per le belle parole incoraggianti. Mi sento un cane che si morde la cosa. 2Sett fa` mi sono resa conto che seppure avessi trovato lavoro e fatto colloqui non potevo fare una Probetag perche´ effettivamente sono in malattia,"Rischiare" in Germania non mi sembra proprio il caso. Qualcuno deve cedere prima o poi,ne sono sicura!Ho gia´ pensato per lo Zeugniss ovvio che non lo chiedo ne mettero` questi due mesi di lavoro nel curriculum, ho capito che non ho fatto una bella figura lavorativamente parlando,ma guardo la mia salute prima di tutto,e non mi posso permettermi di schizzare tutti i giorni con il mio compagno per un nonnulla mettendo a rischio la mia vita di coppia. Sono stata sotto stress e lo sono ancora a tutt´oggi non ne sono uscita fuori, non potere dormire la notte o prendermi gli attacchi di panico mi sembra davvero eccessivo. Effettivamente non so come uscirne fuori da questa difficile situazione.Ancora adesso se ci penso mi sale la rabbia sapere tutti i santi giorni l´orario di entrata,ma non quello di uscita, chiedere l´elemosina per avere un piano settimanale,no dai questa non la reputo vita! Lavorare in questo stato in Germania non la tollero, ho fatto la figura dell´italiana :)

    RispondiElimina
  5. Se sei arrivata a pensare questo... certamente ci sarà sotto una situazione pesante e difficile. A me è la stessa cosa: non mi alzerei nemmeno dal letto per andare a lavorare senza avere gratificazioni, contratto e colleghi decenti. Il punto invece è un altro: mi SERVE uno STIPENDIO (e sono appena reduce dal mio felicissimo matrimonio). Non ho una famiglia in grado di potermi "mantenere" e se anche fosse stato così NON mi sarebbe piaciuto.
    Quindi, consiglio che dò a me ogni giorno: TROVA altro e poi mandi tutto a quel paese.
    Le cose affrettate di sti tempi non sono proprio il massimo!
    Ti auguro il meglio, JhOBbyes

    RispondiElimina
  6. @JhOBbyes
    Ciao JhOBbyes ho visto un po` di fotine del tuo matrimonio sul tuo blog AUGURI!!!!!!!
    Neanche io mi faccio mantenere dai miei genitori, al momento le cose non sono bloccate percepisco uno stipendio, poi probabilmente una disoccupazione e con il lavoro che ce´ qua al max due mesi come la scorsa volta e ne trovo un altro. Il discorso fila trovo di meglio e mando a quel paese il vecchio,ma quando ti stai ammalando per questo lavoro penso che molli la presa. Difficilmente mi faccio piegare,ma stavolta hanno piegato me!

    RispondiElimina
  7. Ihh questo non molla l' osso,e per malattia non licenza nessuno perché sa che non può rischiare grane..potresti essere facciamo corna malata grave...tu potresti denunciarlo,all' arbeitsgericht...credo che la,tattica...malattia mi licenza sussidio non funzioni sempre...e come dice Silvia in piena stagione...è difficile...tipo se vuoi andare vai:-)) non molla l' osso..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Rosa
      Non mi dai buone speranze insomma :-\
      a mia discrezione!Che casino......io mi sento in colpa pur avendo le mie buone ragioni

      Elimina
  8. Se in due mesi trovi un altro lavoro (magari anche meno) cercalo subito, fai i colloqui che devi e quando sai di avere buone prospettive molla il vecchio. Oltretutto devi dare un preavviso anche in Germania, quindi considera che quando ti licenzierai avrai un periodo di servizio probabilmente ancora più tosto.... Sono stata assente per un po', quindi non so bene che problemi ti dia questo lavoro, certo che se parli di mobbing.... ma non puoi dimostrare nulla? o denunciarli?

    RispondiElimina
  9. @Crea Din
    Il mobbing e´ davvero un gran casino,l´avrei fatto senza esitare. Ma devi annotare tutto quello che ti viene fatto in che ora che cosa ti dicono, ovvio che in quel Team tedesco figurati se qualcuno testimonia a mio vantaggio, anche se qualche cameriera sa,ma vuole conservare il suo posto non mettendosi nei guai!

    RispondiElimina
  10. Wanesia, ma hai un contratto scritto?
    C'e' definito il tuo orario settimanale?
    I tuoi turni, etc..etc..?
    Si, bene. Allora IMPUGNALO!

    RispondiElimina
  11. Ciao Barbara cosa devo impugnare? Certo che ho il contratto. Sono loro a non volermi licenziare!

    RispondiElimina
  12. Ciao wanesia sono anch'io finita nella tua stessa situazione...alla fine come ha agito perché io sto in confusione totale leggendo la tua storia mi sono vista io oggi

    RispondiElimina
  13. Ciao wanesia sono anch'io finita nella tua stessa situazione...alla fine come ha agito perché io sto in confusione totale leggendo la tua storia mi sono vista io oggi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao anonimo,io ero esaurita sono rimasta in malattia perche´ piangevo alla sola idea di andare dinuovo in quel posto.Sono stata in malattia per 35 giorni.
      Poi alla fine mi sono licenziata io,ma tempoo di 15 giorni gia´avevo un nuovo lavoro.
      Ti auguro il meglio.

      Elimina