24 marzo 2014

Come inventarsi un lavoro!

Questo è un post che potrebbe essere solo per gli italiani, dato il momento di crisi che pervade l´Italia.
Quando ti alzi al mattino e sospiri "bisognerebbe-inventare-tutto-da-capo".
Cari amici, nella vita bisogna avere  creatività, pochi fanno un lavoro che adorano altri si accontentano,ma credo che ognuno di noi abbia diritto a fare quello che più ci piace, peccato che questo non viene rispecchiato nella realta´.

Images © Francois Coquerel
Ho conosciuto Tifa e Kaelah   nelle strade del web, e mi sono davvero innamorata di loro.
Della loro capacità creativa di metterci in gioco e dare vita ad una professione vecchia, ma con gusto innovativo rispecchiando gli anni attuali.
 E` troppo bello per non condividere con voi...
Tifamade è americana un expat che vive in Francia e che si è inventata un lavoro.
Lei cavalca ogni giorno Parigi con la sua bicicletta rosa e vende panini e torte fatte con le sue mani.
I suoi panini vengono incartati con cura e vengono posti dentro una valigia vintage e la sua giornata incomincia così vendendo cibo da strada ai passanti. Ovvio la Tifa è ricercata anche per eventi per la sua stravaganza di un allestimento vintage.
Images © Francois Coquerel
Kaelah americana (anche lei) di Nashville invece vende vestiti usati vintage accessori e stravaganze dentro la sua Boutique mobile Honeybean. Un caravan vintage anch´esso tutto rosa in stile retrò dove esporre i suoi vestiti e fare business.
Images ©  Kaelah
Adoro questo coraggio e questa unicità di queste due donne, d´altronde non hanno scoperto l´acqua calda, ma hanno un qualcosa di unico. Bisogna catturare l´attenzione del prossimo,bisogna farsi spazio nella folla della giungla per essere i primi per arrivare dove gli altri non arrivano.
Images ©  Kaelah
E tu ti sentiresti pronta per optare un lavoro del genere?
Ti senti più Tifa o Kaelah?
Sentiti libera di sognare questo lunedì!


4 commenti:

  1. nessuno dei due lavori perchè non ho la loro creatività ma le ammiro...che bel post..brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Twinsbimamma a volte basta un piccolo spunto ;)

      Elimina
  2. Bello, ma credo che qui avrebbero problemi, specialmente per vendere cibo, non si possono neanche portare i dolci fatti in casa a scuola...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusta osservazione Giusy.Ho perso la mano su certe regole rigide in Italia

      Elimina

Instagram

Pinterest