Arancine palermitane

Sono in ferie  e ho molto tempo da dedicare in cucina.
Ad inizio mese mi sono fatta arrivare il pacco da MammaPack ormai un rito a casa mia.
Vedi post o semplicemente clikka sul banner  nella sidebar a destra.
Con €50 di spesa ho avuto regalato l´Arancinotto. Uno strumento che ti permette di creare le arancine a punta.
 Così ho colto l´occasione al balzo e ho preparato le arancine, ma stavolta non alla trapanese come mi ha insegnato mia mamma qui, ma alla palermitana.

Ingredients:

  • 500 gr di riso Gallo Arborio
  • 1 bustine di zafferano
  • 1 dado vegetale
  • salsa di ragù e piselli
  • 1 mozzarella
  • 60 gr prosciutto
  • 400 gr pangrattato
  • acqua qb
  • 100 gr farina
  • 1 litro olio di semi per friggere
  • sale qb


Directions:
  1. Fate bollire dell´acqua in una pentola,appena bolle mettete dentro l´acqua e 1 bustina di zaffferano e 1 dado.
  2. Cuocere il riso e aggiustate di sale
  3. Scolarlo e lasciate raffreddare.
  4. Intanto prepararvi una ciotola con del ragù e piselli 
  5. tagliate a dadini la mozzarella e il proscioutto
  6. Iniziare ad usare l´Arancinotto per la preparazione delle arancine.
  7. Prepararle sia con carne che con prosciutto e mozzarella.
  8. Disporle in un vassoio 
  9. Preparare la pastella con farina e acqua ad occhio deve raggiungere una consistenza fluida
  10. Bagnare l´arancina nel composto di farina e poi nel pangrattato.
  11. Prendere un tegamino e fare riscaldare 1 litro d´olio
  12. Friggere le arancine finchè non diventano dorate.

Buon Appetito.
Vi abbraccio tutti!

PRINT RECIPE

4 commenti

  1. Buoneeeee!
    C'era anche qui alla Fiera l'arancinotto....l'unica volta che non sono andata e mio marito non mi ha telefonato per chiedermi se lo volevo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giusy bentornata,sara´ che io uso le mani per fare le arancine,non e´ che poi l´ho trovato di grande utilita´.
      O meglio i primi 3/4 appena togli il coperchio scendono bene poi alla fine dei lottare per far scendere l´arancina.
      Se dovrei essere sincera gli darei un 5. E´ bella l´idea dell´arancino a punta,ma anche se lo bagnavo con dell´acqua non funzionava. Infatti quelle tonde che vedi in foto e perche´ non scendevano dallo stampo e cercavo di farle a mano.

      Elimina
  2. Che bonta'!
    Se solo fossi meno pigro (e piu' bravo) in cucina le preparerei spesso...
    Non mi resta che aspettare di andare in Sicilia (manca poco...non vedo l'ora!)

    Buona giornata e complimenti per il blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vincenzo neanche io le prepro molto spesso,mi Capita una volta ogni due anni.Ma sono sincera mi sono accorta che stavolta il procedimento e´ stato molto veloce e alla fine quello che piu´ mi ha dato fastidio il puzzo della frittura che il lavoro in se stesso.

      Elimina

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

© WANESIAMaira Gall